Migliori Siti
Stai visitando un sito presente nelle classifiche.
Alcune informazioni sul sito che stai visitando:
Punti: 16945  Visite totali: 3879   Giudizi: 137 
GIUDIZIO MEDIO: 93.65% su 100
Vota questo sito
Maggiori Dettagli su questo sito
Ritorna in Net-Parade
Prossimo sito

claudiamancino.blogspot.it


claudiamancino


A quegli adulti i cui sogni si sono persi nel vento a quei bambini che nel vento ne cercano il ricordo Un mondo di storie
Cultura
claudia3468
E' il blog claudiamancino.blogspot.it di claudia3468. L'utente claudia3468, blog claudiamancino.blogspot.it
Il bambino che ferm il tempo A quegli adulti i cui sogni si sono persi nel vento a quei bambini che nel vento ne cercano il ricordo Un mondo di storie Il bambino che ferm il tempo Il bambino che ferm il tempo Un mondo di storie e fiabe narrate sottovoce, attraverso gli occhi incontaminati dell'infanzia, per scuotere la coscienza degli adulti e riportarli, passo dopo passo, su quella strada lungo la quale sono andati smarriti i loro sogni e... le chiavi del tempo. Favole Senza rumore Spiriti Tutti gli incipit The violinmaker The Boy Who Made Time Stand Still The violinist I miei libri sabato 21 aprile 2018 Monologo. La data. Sapevo quando sarei morto ancora prima di imparare a conoscere la vita. Suppongo facesse parte del gioco. Avere la data di scadenza stampata addosso, come merce qualunque. Ci si abitua. Col tempo, ci si abitua a tutto. Ma non eravamo merce, o almeno cos ci facevano credere. Eravamo gli eletti, umani sopravvissuti all'estinzione, evoluti per dar vita a un mondo perfetto, destinato a non invecchiare. Noi morivamo prima. Prima di consumarci, prima di diventare merce avariata, prima di depredare il futuro dei nostri figli e dei figli dei nostri figli. Morivamo per rimediare al pi terribile dei peccati commessi dall'uomo: manipolare il tempo in nome dell'immortalit . Ci eravamo sostituiti a Dio. E avevamo innescato un'apocalisse. Nessuno, allora, poteva immaginare la forza distruttrice di una vita spinta oltre i limiti. Curare, manipolare, sostituire pezzi del proprio corpo. Ancora e ancora. Senza mai fermarsi. Senza alcuna piet verso se stessi e verso gli altri. Gli altri. Quanto contano gli altri quando la