Migliori Siti
Stai visitando un sito presente nelle classifiche.
Alcune informazioni sul sito che stai visitando:
Punti: 0  Visite totali: 249   Giudizi: 6 
GIUDIZIO MEDIO: 91.55% su 100
Vota questo sito
Maggiori Dettagli su questo sito
Ritorna in Net-Parade
Prossimo sito

sergiobalaccoscrittore.blogspot.it


sergiobalaccoscrittore


Scrivo per compensare quello che la vita non mi ha dato, di quello che mi ha dato ma ho perso, forse per creare un ideale prolungamento ed illudermi di essere immortale, per creare una ipotetica e alquanto insicura magica protesi di me stesso che mi proietti in una quarta dimensione al di là dello spazio e del tempo. Se percorro il cammino tracciato dalle idee che improntano le opere dei maggiori autori del Novecento trovo prevalentemente, anche se esclusivamente a livello teorico, un''idea riduttiva e negativa della scrittura. Chi scrive non sa vivere o forse conosce il segreto della vita e non ha il coraggio di appropriarsene, di farlo suo e sfruttarlo per vivere meglio, le nostre paure allora si fondono in un desiderio di esternare le ansie in questa forma metafisica che è il bisogno di scrivere perchè non si sa vivere. La scrittura sembrerebbe una specie di surrogato della vita. Una brutta copia senza sapore, scolorita della realtà, da cui, altri, gli altri, pescano a grandi mani quanto resta del mio sapere.
Blog
nevergiveup
E' il blog sergiobalaccoscrittore.blogspot.it di nevergiveup. L'utente nevergiveup, blog sergiobalaccoscrittore.blogspot.it
Pi alto e pi oltre ' name='description'/ Pi alto e pi oltre ' itemprop='description'/ pagine Votami - Please rate my blog 2014/12/01 Evoluzione o involuzione? Per chi oggi ha passato i sessant anni e vede con preoccupazione il declino e la crisi del Paese sono facili i ricordi e i confronti con l Italia del dopoguerra, povera e frugale, dove altri erano i bisogni, le speranze, le prospettive di un Paese che voleva riscattarsi. La nostra societ molto cambiata e si evolve ogni giorno, ma questo cambiamento va verso una crescita o invece una progressiva ritirata, pur con qualche contrattacco? Bisogna allora ricordare, conoscere e riflettere anche se le nuove generazioni sicuramente e naturalmente diverse da noi non possono conoscere ed avere un ricordo di una Italia che non hanno vissuto e di solito conoscono ben poco. Mi venuta voglia di raccontare quegli anni leggendoli con gli occhi di quando da bambino ero obbligato alle odiate colonie estive, un gelato era una conquista ed eravamo abituati a giocare tutti in strada dove l arrivo di un auto nuova era notizia per tutto il quartiere. Raccontando pian piano sono saltati fuori i problemi di tutti i gironi, le discussioni, i commenti e le nuove abitudini che crescevano nelle famiglie davanti alle prime TV in bianco e nero... E dopo Carosello tutti a nanna... E cos per il divenire della politica, l imminente 68, la scuola autoritaria e rigida con i corsi serali di giovani che volevano conquistarsi un diploma per crescere, in una lotta che per qualcu