Net-Parade
Net-Parade.it

Come verificare se il televisore è DVB-T2

Potresti aver sentito parlare del DVB-T2 il formato di nuova generazione per il segnale del digitale terrestre. In questo articolo ti spiegheremo cos'è, perché è importante e come puoi verificare se il televisore è DVB-T2, ossia se supporta il nuovo standard. Il mondo delle trasmissioni televisive sta cambiando rapidamente.


La televisione digitale terrestre (DTT) sta recentemente adottando nuovi standard nel tentativo di far fronte alla crescente domanda di flussi e servizi video ad alta risoluzione. Il nuovo standard adottato da molte emittenti in tutta Europa e in via di adozione in Italia si chiama DVB-T2. Si tratta di una versione aggiornata del vecchio standard DVB-T.

Che cos'è il DVB-T2?

DVB-T è l'acronimo di Digital Video BroadcastingTerrestrial, ed è uno standard utilizzato in Europa e in Asia per la trasmissione della TV digitale terrestre. Il DVB-T2 è la nuova generazione di questa tecnologia: è uno dei candidati al nuovo standard di trasmissione E-E (elettronica-elettrica) della televisione terrestre nel mondo. In effetti, l'adozione del DVB-T2 è molto comune in Sud America e in Medio Oriente, dove il DVB-T è stato a lungo lo standard utilizzato per la TV terrestre. In Europa, invece, l'adozione del DVB-T2 è ancora in corso, come in Italia. Il 15 ottobre 2021 l'Italia ha attivato in modo ufficiale il percorso di transizione al nuovo standard, iniziando a liberare la banda 700 MHz che verrà usata dalle reti 5G. Nel 2023 verrà eseguito lo Switch-Off definitivo verso il nuovo standard che richiede il supporto al codec HEVC, non basta quindi il semplice supporto a MPEG4 anch'esso in via di dismissione.


Perché il DVB-T2 è importante?

Il DVB-T2 è importante perché utilizza schemi di modulazione più efficienti e modulazioni di ordine elevato per aumentare la velocità di trasmissione dei dati fino a 16-64 volte rispetto a quanto possibile con il DVB-T. La maggiore velocità di trasmissione dei dati consente una distribuzione più robusta ed efficiente dei contenuti, come i video ad altissima definizione (UHD o 4K) e la qualità delle immagini ad alta gamma dinamica (HDR). La maggiore velocità di trasmissione dei dati consente inoltre di offrire servizi migliori e più numerosi, come l'accesso a Internet e l'interattività sui set-top box. Un maggior numero di servizi e video di qualità superiore consentiranno alle emittenti di mantenere vivo l'interesse dei telespettatori per i loro servizi, soprattutto perché la domanda e le aspettative di tecnologia all'avanguardia sono in aumento.


Come verificare se il televisore è abilitato al DVB-T2?

È possibile verificare se il televisore è abilitato al DVB-T2 osservando l'adesivo all'interno del televisore che riporta il codice prodotto. Se inizia con T2 o T2-C, significa che supporta il DVB-T2. Se inizia solo con T, significa che supporta solo il vecchio standard DVB-T.

Puoi fare un semplice test per verificare se il televisore è DVB-T2. Vai al canale 100 della Rai o al canale 200 di Mediaset, se ti compare la scritta Test HEVC Main 10, il tuo televisore è pienamente compatibile con DVB-T2 e non avrai nessun problema al passaggio definitivo.

E il passaggio già effettuato negli scorsi mesi?

Il passaggio che è stato effettuato nei mesi precedenti prevedeva il cambio della codifica dei video da MPEG2 a MPEG4 ma rimanendo sempre entro i limiti di DVB-T della prima versione. I limiti di banda intrinsechi di DVB-T hanno addirittura fatto sì che alcuni canali passati a MPEG4 siano molto compressi e si vedano peggio dei vecchi canali MPEG2. Solo col passaggio definitivo a DVB-T2 con HEVC si avranno tutti i benefici che si vogliono perseguire e la qualità delle immagini risulterà veramente di molto superiore.


Se non hai la TV con DVB-T2 quale decoder acquistare?

Se non possiedi una TV che supporti nativamente il DVB-T2, hai fatto i test sui canali 100 e 200 ma l'immagine è nera, puoi acquistare un decoder DVB-T2 da attaccare alla presa HDMI del tuo televisore attuale. Ci sono modelli buonissimi a scomparsa e dotati di telecomandi come questo che costano sui 30 euro.
Come verificare se il televisore è DVB-T2


In conclusione

La televisione digitale terrestre è una tecnologia matura che esiste da svariati anni. Tuttavia, solo di recente è diventata adatta a contenuti di alta qualità e ancora più di recente è diventata in grado di fornire video ad altissima risoluzione 4K. Il passaggio che diventerà definitivo nel 2023 porterà una migliore qualità visiva, un numero superiore di possibili canali disponibili e tanti servizi che verranno introdotti via via negli anni a venire.


Se ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici adesso:
Condividi su Whatsapp
Su Whatsapp
Condividi su Facebook
Su Facebook

🌟 Ricevi gli articoli più interessanti su web, app e tecnologia tramite email prima di tutti.
In più riceverai utili sconti e coupon che ti faranno risparmiare.

Iscriviti Ora Gratis

Zero spam. Disiscriviti quando vuoi
Iscrivendoti accetti l'informativa sulla privacy


Tecnologia » Come verificare se il televisore è DVB-T2