Area Iscritti AREA ISCRITTI   Pagina Iniziale RENDI NET-PARADE LA TUA PAGINA INIZIALE
net parade
Net Parade
 
Net Parade
ClassificheIscrivitiArticoli e GuideRisorseRegolamentoSiti
URL:
 Di' che ti piace questo sito.
Mi piace
ANTEPRIMA SITO:
Anteprima annamariarusso2012.wordpress.com
DESCRIZIONE:
Il Blog di Anna Maria Russo
ISCRITTO IN NET-PARADE DAL:
Venerdì, 12 Febbraio 2016
NUMERO COMMENTI DEI VOTANTI IN ARCHIVIO: 0
 
 
COSA PENSANO DEL SITO I VOTANTI
GRAFICA: 0,00%
CONTENUTI: 0,00%
QUALITA': 0,00%
UTILITA': 0,00%
SIMPATIA: 0,00%
GIUDIZIO MEDIO:   Dato non ancora disponibile
 
VALORI RILEVATI DA NET-PARADE
QUALITA':  88,03%
POPOLARITA' NEI MOTORI DI RICERCA: 82%
 
RICONOSCIMENTI RICEVUTI:
 
 
Questo Sito Web è entrato nella classifica di Net-Parade
Questo è un Sito di alta qualità tecnica riconosciuta da Net-Parade
 
In evidenza e cliccabili i riconoscimenti ottenuti dal sito. Clicca per visualizzare il relativo certificato di attribuzione.
Per ulteriori informazioni relative agli award e a come un sito li può ottenere clicca qui
 
Di questo sito anche: Posizione e Voti  Regione votanti  Macchina del tempo  Resoconto qualità  Bacheca dei commenti
 
 
Il Blog di Anna Maria Russo FEMMINA MERIDIONALE Il Blog di Anna Maria Russo Il Blog di Anna Maria Russo FEMMINA MERIDIONALE Il Blog di Anna Maria Russo FEMMINA MERIDIONALE Il Blog di Anna Maria Russo Vai al contenuto Home Femmina Meridionale Articoli pi vecchi Il ragazzo che vestiva all occidentale Pubblicato il luglio 6, 2017 di annamariarusso2012 Karar Nushi giovane e bello. I capelli lunghi e biondi e occhi scintillanti di sogni, passione e consapevolezza. Karar Nushi sognava, infatti, pur sapendo di doversi scontrare contro forse oscure e malevole per poter realizzare i suoi sogni. Lo chiamavano il Brad Pitt iracheno, ma a guardare le foto che lo ritraggono forse era anche pi bello di Brad Pitt. Lo hanno torturato e ammazzato a coltellate. Perch era bello, aveva i capelli lunghi, voleva partecipare ad un concorso di bellezza maschile e forse era omosessuale ed era pure credente. Il suo Dio sicuramente non era lo stesso di quello dei suoi assassini. Il Dio di Karar Nushi il Dio che accoglie e ama, non quello che odia, disprezza, allontana. Lo hanno torturato e ammazzato come hanno fatto con tante altre ragazze e ragazzi che sollevano la testa, che alzano gli occhi e non li abbassano davanti alla chiusura del loro mondo. Ragazze e ragazzi che non ci stanno a vivere vite senza sogni. E i buonisti-da-social-network continuano a dire che non stiamo vivendo una guerra di religione in fondo hanno ragione: non una guerra cristiani contro musulmani una guerra tra il Dio buono dei giusti e il Dio cattivo degli assassini. Pubblicato in Varie ed eventuali... Lascia un commento Spazzatu
Copyright 2000-2019 Net-Parade.it -    Iscrivi il tuo sito internet, blog o forum