Area Iscritti AREA ISCRITTI   Pagina Iniziale RENDI NET-PARADE LA TUA PAGINA INIZIALE
net parade
Net Parade
 
Net Parade
ClassificheIscrivitiArticoli e GuideRisorseRegolamentoSiti
URL:
 Di' che ti piace questo blog.
Mi piace
ANTEPRIMA SITO:
Anteprima proflolli.blogspot.it
DESCRIZIONE:
La cultura rende liberi
ISCRITTO IN NET-PARADE DAL:
Domenica, 2 Giugno 2013
NUMERO COMMENTI DEI VOTANTI IN ARCHIVIO: 0
 
 
COSA PENSANO DEL SITO I VOTANTI
GRAFICA: 0,00%
CONTENUTI: 0,00%
QUALITA': 0,00%
UTILITA': 0,00%
SIMPATIA: 0,00%
GIUDIZIO MEDIO:   Dato non ancora disponibile
 
VALORI RILEVATI DA NET-PARADE
QUALITA':  84,87%
POPOLARITA' NEI MOTORI DI RICERCA: 20%
 
RICONOSCIMENTI RICEVUTI:
 
 
 
In evidenza e cliccabili i riconoscimenti ottenuti dal sito. Clicca per visualizzare il relativo certificato di attribuzione.
Per ulteriori informazioni relative agli award e a come un sito li può ottenere clicca qui
 
Di questo sito anche: Posizione e Voti  Regione votanti  Macchina del tempo  Resoconto qualità  Bacheca dei commenti
 
 
La cultura rende liberi La Cultura rende liberi La Cultura rende liberi La Cultura rende liberi domenica 9 febbraio 2014 ANALISI DEL TESTO: ' IL TRENO HA FISCHIATO' DI LUIGI PIRANDELLO Testo integrale della novella su: http://kidslink.bo.cnr.it/irrsaeer/pirand1/protes.html La novella fu pubblicata per la prima volta il 22 febbraio 1914 sul Corriere della sera . Dopo essere stata raccolta nel volume La trappola del 1915, nel 1922 venne inserita nel progetto Novelle per un anno, all interno del volume IV, intitolato L uomo solo. La novella racconta l improvvisa pazzia di un impiegato modello, Belluca, che un giorno decide di non sopportare pi le angherie e le vessazioni del suo capoufficio e che, per questo, viene portato in manicomio. Sar proprio il fischio del treno, che d alla novella il titolo, a spalancargli il mondo dell immaginazione e della fantasia troppo a lungo soffocato dalla routine e dal grigiore della sua vita modesta: come spesso accade nelle storie pirandelliane, un fatto banale segna la svolta inattesa e inaspettata, scandisce il passaggio dalla sanit alla follia vanificando ogni confine netto e premarcato. Attraverso un dettaglio piccolo, normale il protagonista si riscopre e giura di non volersi lasciare pi . La figura del protagonista richiama quella dei molti impiegati piccolo borghesi di epoca giolittiana, fagocitati da un lavoro meccanico e spersonalizzante e penalizzati da una condizione di miseria, ristrettezze e sofferenza. Belluca e con lui l impiegato medio, per , non tanto e solo la rappresentaz
Copyright 2000-2021 Net-Parade.it -    Iscrivi il tuo sito internet, blog o forum