Area Iscritti AREA ISCRITTI   Pagina Iniziale RENDI NET-PARADE LA TUA PAGINA INIZIALE
net parade
Net Parade
 
Net Parade
ClassificheIscrivitiArticoli e GuideRisorseRegolamentoSiti
URL:
 Di' che ti piace questo sito.
Mi piace
ANTEPRIMA SITO:
Anteprima romanofabio.jimdo.com
DESCRIZIONE:
la storia del famigerato fabio romano mito di un'intera citta' e chissa che non lo diventi in tutta la rete
ISCRITTO IN NET-PARADE DAL:
Giovedì, 29 Aprile 2010
NUMERO COMMENTI DEI VOTANTI IN ARCHIVIO: 0
 
 
COSA PENSANO DEL SITO I VOTANTI
GRAFICA: 0,00%
CONTENUTI: 0,00%
QUALITA': 0,00%
UTILITA': 0,00%
SIMPATIA: 0,00%
GIUDIZIO MEDIO:   Dato non ancora disponibile
 
VALORI RILEVATI DA NET-PARADE
QUALITA':  81,01%
POPOLARITA' NEI MOTORI DI RICERCA:  Dato non ancora disponibile
 
RICONOSCIMENTI RICEVUTI:
 
 
 
In evidenza e cliccabili i riconoscimenti ottenuti dal sito. Clicca per visualizzare il relativo certificato di attribuzione.
Per ulteriori informazioni relative agli award e a come un sito li può ottenere clicca qui
 
Di questo sito anche: Posizione e Voti  Regione votanti  Macchina del tempo  Resoconto qualità  Bacheca dei commenti
 
 
la storia del famigerato fabio romano mito di un'intera citta' e chissa che non lo diventi in tutta la rete LA VERA STORIA DI FABIO ROMANO - AFFIDO CONDIVISO IN TUTTI I SENSI Fabio Romano nasce a carpi il 29/05/1979,secondo di due figli, da famiglia agiata, ma separata,madre napoletana, e padre barese.Ben presto alla sola eta' di 13 anni,perde in un drammatico incide LA VERA STORIA DI FABIO ROMANO - AFFIDO CONDIVISO IN TUTTI I SENSI Autobiografia Alcune Foto CONSIGLIO ACQUISTI GOSSIP L'ITALIA FABIO IN TENUTA DA BOXE Dove siamo Contatti IL SITO UFFICIALE DI FABIO ROMANO AFFIDO CONDIVISO http://padrexsempre.blogspot.com/ Cari pap sono orgoglioso di poterci rappresentare a vicenda con determinazione e decisione affrontare il tema dell'affido condiviso che ancora molti tribunali non si limitano ad applicare,in pratica ogni tribunale fa a modo suo,favorendo sempre la madre di ampie scelte relative al minore ed escludendo il padre da tutte le cure nei confronti del proprio figlio,riservandogli ricatti di ogni genere alienando il minore e spesso metterlo contro il proprio pap .Le stesse non capiscono che cosi facendo l'unico essere a cui arrecano danno e a nostro figlio,e non so se in questo caso si possano chiamare madri al 100 .L'art.3della costituzione dice chiaramente: utti i cittadini hanno pari dignit sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libert e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Beh che dire vi e una chiara contraddizzione in questo caso la mamma davanti a q
Copyright 2000-2020 Net-Parade.it -    Iscrivi il tuo sito internet, blog o forum