Area Iscritti AREA ISCRITTI   Pagina Iniziale RENDI NET-PARADE LA TUA PAGINA INIZIALE
net parade
Net Parade
 
Net Parade
ClassificheIscrivitiArticoli e GuideRisorseRegolamentoSiti
URL:
 Di' che ti piace questo sito.
Mi piace
ANTEPRIMA SITO:
Anteprima www.paolorecchia.it
DESCRIZIONE:
Paolo Recchia | www. paolorecchia. it | Il sito ufficiale di Paolo Recchia Paolo Recchia nasce nel 1980 a Fondi, piccola città del sud pontino a metà strada tra Roma e Napoli. Rimane affascinato e si appassiona al sassofono contralto fin da bambino, grazie al padre che ne aveva uno in casa; inizia a suonare all’età di 11 anni, dedicandosi dapprima agli studi classici e poi al jazz, che scopre ed inizia profondamente ad amare ascoltando alcuni dischi di Charlie Parker e Massimo Urbani. A 18 anni si trasferisce Roma ed inzia una intensa attività professionistica. Si iscrive a master class tenute da Bob Mintzer, Rick Margitza, Billy Harper, Harry Allen, Dave Liebman, Enrico Pieranunzi, Chris Potter, Rosario Giuliani, Paolo Fresu. Nel 2003 partecipa al Premio Massimo Urbani vincendo una borsa di studio per Siena Jazz; nel 2004 riceve il 2° premio al Concorso Nazionale “Giovani Talenti del Jazz Italiano” a Piacenza e il “Premio Palazzo Valentini” al Festival “JAZZ&IMAGE” di Villa Celimontana a Roma; nel 2005 il 2° posto al concorso nazionale di musica jazz di Baronissi. Trascorre un periodo a Parigi e lì suona con Laurent Coq, Alain Jean-Marie, Michel Rosciglione, Stephane Belmondo, Pierre Boussaguet, Remi Vignolo. Molteplici le collaborazioni con l’orchestra“Iodice&Corvini Roma Jazz Ensamble” e con la PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra) diretta da Maurizio Giammarco. Fa parte del gruppo “SIX SAX” guidato da Javier Girotto; membro del sestetto di Luca Mannutza, con il quale registra “Sound Six – Tributo ai Sestetti anni 60” per l’etichetta Albore Jazz e del quartetto di Nicola Angelucci, con il quale registra “The First One” per la Via Veneto Jazz. Il suo modo di comunicare attraverso il sassofono, che abbraccia sin dalla giovanissima età quando, come racconta suo padre, ‘faceva fatica a tenerlo in mano’ è ricco di sensibilità, di forza e chiarezza espressiva. Un sound bilanciato e spesso composto, ma capace di incredibili impennate emotive dove arriva a toccare corde più passionali a volte nostalgiche, o semplicemente rivelatrici di un gusto intimistico. Il suo stile compositivo fonda le radici negli albori del bebop, anche se poi si libera verso una contemporaneità più tangibile. E’ forse proprio questa la sua forza che deriva da anni di studio e di intenso approfondimento sulla cultura afroamericana. Esce a marzo 2008 il suo primo lavoro discografico, “Introducing Paolo Recchia featuring Dado Moroni”, uscito per l’etichetta discografica VIA VENETO JAZZ – EMI MUSIC, realizzato in quartetto con Nicola Angelucci alla batteria, Marco Loddo al contrabbasso ed un ospite speciale Dado Moroni al pianoforte. Nel dicembre 2008, dopo un lungo soggiorno a New York, tiene quattro giorni di concerti all’Alexanderplatz, famoso jazz club romano, con il suo quartetto e con ospite uno dei più apprezzati tenor sassofonisti della nuova scena jazz newyorkese, Joel Frahm, accompagnato da Luca Mannutza, Roberto Tarenzi, Marco Loddo e Nicola Angelucci. Nell’ottobre 2009 partecipa a New York all’ITALIAN JAZZ DAYS, settimana del jazz italiano, coo-prodotto dal Jazz at Lincoln Center e dall’Istituto Italiano di Cultura. Il programma è stato curato dal direttore artistico del Jazz at Lincoln Center, Antonio Ciacca e dal direttore artistico del Dizzy’s Club Coca Cola, Todd Barkan che ha visto partecipi Joey De Francesco, George Garzone, Rosario Giuliani, Antonio Ciacca, Gianluca Renzi, Greg Burk, Jeremy Manasia, Ada Rovatti, Lucio Ferrara, Nicola Angelucci, Luca Santaniello, Marco Panascia, Joseph Lepore; ha l’onore di suonare all’Istituto Italiano di Cultura nel quartetto di Antonio Ciacca con Gianluca Renzi al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Replica a New York nel 2010 all’ITALIAN JAZZ DAYS, sotto la direzione artistica di Antonio Ciacca e Todd Barkan: l’idea strutturale di questa manifestazione è quella di mettere insieme musicisti italiani ed italoamericani; in tal contesto suona al DIZZY’S CLUB COCA COLA all’interno del Jazz at Lincoln Center ospite nel trio dell’hammondista PAT BIANCHI con Emanuele Basentini alla chitarra e Peppe Merolla alla batteria. Partecipano tra gli altri: Dado Moroni Quintet, Joe Lovano and Antonio Ciacca Quintet, Lucio Ferrara Quartet and Orsara Jazz Ensamble, Eugenio Macchia Trio & Friends, Stefania Tschantret Quintet, Enrico Granafei Trio with Marco di Gennaro. Attualmente impegnato con il Trio a proprio nome con Nicola Muresu al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria, frutto di un progetto incentrato principalmente sugli standards della grande tradizione jazzistica, fonte di formazione e ispirazione, ed arricchito con l’inserimento di alcuni brani originali.
ISCRITTO IN NET-PARADE DAL:
Domenica, 31 Marzo 2013
NUMERO COMMENTI DEI VOTANTI IN ARCHIVIO: 0
 
 
COSA PENSANO DEL SITO I VOTANTI
GRAFICA: 90,03%
CONTENUTI: 90,03%
QUALITA': 90,03%
UTILITA': 90,03%
SIMPATIA: 90,03%
GIUDIZIO MEDIO:   90.03%
 
VALORI RILEVATI DA NET-PARADE
QUALITA':  95,10%
POPOLARITA' NEI MOTORI DI RICERCA: 100%
 
RICONOSCIMENTI RICEVUTI:
 
 
Questo Sito Web è entrato nella classifica di Net-Parade
Questo è un Sito di alta qualità tecnica riconosciuta da Net-Parade
 
In evidenza e cliccabili i riconoscimenti ottenuti dal sito. Clicca per visualizzare il relativo certificato di attribuzione.
Per ulteriori informazioni relative agli award e a come un sito li può ottenere clicca qui
 
Di questo sito anche: Posizione e Voti  Regione votanti  Macchina del tempo  Resoconto qualità  Bacheca dei commenti
 
 
Paolo Recchia | www.paolorecchia.it | Il sito ufficiale di Paolo Recchia Paolo Recchia nasce nel 1980 a Fondi, piccola città del sud pontino a metà strada tra Roma e Napoli. Rimane affascinato e si appassiona al sassofono contralto fin da bambino, grazie al padre che ne aveva uno in casa; inizia a suonare all’età di 11 anni, dedicandosi dapprima agli studi classici e poi al jazz, che scopre ed inizia profondamente ad amare ascoltando alcuni dischi di Charlie Parker e Massimo Urbani. A 18 anni si trasferisce Roma ed inzia una intensa attività professionistica. Si iscrive a master class tenute da Bob Mintzer, Rick Margitza, Billy Harper, Harry Allen, Dave Liebman, Enrico Pieranunzi, Chris Potter, Rosario Giuliani, Paolo Fresu. Nel 2003 partecipa al Premio Massimo Urbani vincendo una borsa di studio per Siena Jazz; nel 2004 riceve il 2° premio al Concorso Nazionale “Giovani Talenti del Jazz Italiano” a Piacenza e il “Premio Palazzo Valentini” al Festival “JAZZ&IMAGE” di Villa Celimontana a Roma; nel 2005 il 2° posto al concorso nazionale di musica jazz di Baronissi. Trascorre un periodo a Parigi e lì suona con Laurent Coq, Alain Jean-Marie, Michel Rosciglione, Stephane Belmondo, Pierre Boussaguet, Remi Vignolo. Molteplici le collaborazioni con l’orchestra“Iodice&Corvini Roma Jazz Ensamble” e con la PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra) diretta da Maurizio Giammarco. Fa parte del gruppo “SIX SAX” guidato da Javier Girotto; membro del sestetto di Luca Mannutza, con il quale registra “Sound Six – Tributo ai Sestetti anni 60” per l’etichetta Albore Jazz e del quartetto di Nicola Angelucci, con il quale registra “The First One” per la Via Veneto Jazz. Il suo modo di comunicare attraverso il sassofono, che abbraccia sin dalla giovanissima età quando, come racconta suo padre, ‘faceva fatica a tenerlo in mano’ è ricco di sensibilità, di forza e chiarezza espressiva. Un sound bilanciato e spesso composto, ma capace di incredibili impennate emotive dove arriva a toccare corde più passionali a volte nostalgiche, o semplicemente rivelatrici di un gusto intimistico. Il suo stile compositivo fonda le radici negli albori del bebop, anche se poi si libera verso una contemporaneità più tangibile. E’ forse proprio questa la sua forza che deriva da anni di studio e di intenso approfondimento sulla cultura afroamericana. Esce a marzo 2008 il suo primo lavoro discografico, “Introducing Paolo Recchia featuring Dado Moroni”, uscito per l’etichetta discografica VIA VENETO JAZZ – EMI MUSIC, realizzato in quartetto con Nicola Angelucci alla batteria, Marco Loddo al contrabbasso ed un ospite speciale Dado Moroni al pianoforte. Nel dicembre 2008, dopo un lungo soggiorno a New York, tiene quattro giorni di concerti all’Alexanderplatz, famoso jazz club romano, con il suo quartetto e con ospite uno dei più apprezzati tenor sassofonisti della nuova scena jazz newyorkese, Joel Frahm, accompagnato da Luca Mannutza, Roberto Tarenzi, Marco Loddo e Nicola Angelucci. Nell’ottobre 2009 partecipa a New York all’ITALIAN JAZZ DAYS, settimana del jazz italiano, coo-prodotto dal Jazz at Lincoln Center e dall’Istituto Italiano di Cultura. Il programma è stato curato dal direttore artistico del Jazz at Lincoln Center, Antonio Ciacca e dal direttore artistico del Dizzy’s Club Coca Cola, Todd Barkan che ha visto partecipi Joey De Francesco, George Garzone, Rosario Giuliani, Antonio Ciacca, Gianluca Renzi, Greg Burk, Jeremy Manasia, Ada Rovatti, Lucio Ferrara, Nicola Angelucci, Luca Santaniello, Marco Panascia, Joseph Lepore; ha l’onore di suonare all’Istituto Italiano di Cultura nel quartetto di Antonio Ciacca con Gianluca Renzi al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Replica a New York nel 2010 all’ITALIAN JAZZ DAYS, sotto la direzione artistica di Antonio Ciacca e Todd Barkan: l’idea strutturale di questa manifestazione è quella di mettere insieme musicisti italiani ed italoamericani; in tal contesto suona al DIZZY’S CLUB COCA COLA all’interno del Jazz at Lincoln Center ospite nel trio dell’hammondista PAT BIANCHI con Emanuele Basentini alla chitarra e Peppe Merolla alla batteria. Partecipano tra gli altri: Dado Moroni Quintet, Joe Lovano and Antonio Ciacca Quintet, Lucio Ferrara Quartet and Orsara Jazz Ensamble, Eugenio Macchia Trio & Friends, Stefania Tschantret Quintet, Enrico Granafei Trio with Marco di Gennaro. Attualmente impegnato con il Trio a proprio nome con Nicola Muresu al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria, frutto di un progetto incentrato principalmente sugli standards della grande tradizione jazzistica, fonte di formazione e ispirazione, ed arricchito con l’inserimento di alcuni brani originali. Paolo Recchia www.paolorecchia.it Sito Ufficiale Paolo Recchia www.paolorecchia.it Il sito ufficiale di Paolo Recchia Paolo Recchia www.paolorecchia.it Sito Ufficiale -- Per visualizzare il sito scaricare la nuova versione di Adobe Flash Player. Paolo Recchia nasce a Fondi (LT) nel 1980. Ben presto si appassiona al sassofono e a 14 anni si iscrive al conservatorio 'Ottorino Respighi' di Latina sotto la guida del prof. Daniele Caporaso; si dedica allo studio della musica classica e tiene concerti con il quartetto di sassofoni della classe di sax; scopre il jazz ascoltando alcuni dischi di Charlie Parker e Massimo Urbani; dopo poco tempo si iscrive a master class tenute da figure di spicco del jazz internazionale come Bob Mintzer, Rick Margitza, Rita Marcotulli, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Enrico Rava presso il Saint Louis College Of Music di Roma.! --
Copyright 2000-2020 Net-Parade.it -    Iscrivi il tuo sito internet, blog o forum